Rito di passaggio - i'm the invisible man

Luglio 1990, Marina di Castagneto Carducci. Avevo diciassette anni la prima volta che feci l'amore. Come avrei fatto ancora per alcuni anni a venire, ero solito trascorrere i mesi estivi al mare con la mia famiglia, stessa spiaggia, stesso mare. Gli amici di sempre, quei gruppi di ragazze e ragazzi…

Read this article

Notturno

Non esisti, se tu esistessi tutte le mie contorsioni, i dolori e le scelte nefaste avrebbero un senso che non c'è, appunto come te. Saresti irresistibile, senza possibilità di scampo. Varresti la resa incondizionata, trovarti varrebbe un tripudio di feste: canti e balli e vino a fiumi, e soprattutto tante…

Read this article

Vlčica

Il lupo venne un mattino di novembre. Era malconcio, il pelo grigio-chiaro e bianco completamente chiazzato di sangue rappreso e terra scura secca. Procedeva in diagonale e uggiolava a testa bassa. L'uomo aprì la porta della sua baracca e lo vide avanzare verso di sé, allo stremo delle forze. Si…

Read this article

La sera

Arrivare mi emoziona. Essere altrove, dove tutto mi appare diverso, anche solo di poco ma è differente: la luce del sole sui palazzi, gli odori che mi circondano, anche la massa di persone tutte intorno, affaccendate nei loro spostamenti, in attese e partenze, mi risultano diverse. E' caldo e non…

Read this article

Uomini! Piangersi addosso fa bene, meglio se cantando

Piangersi addosso fa bene, cantando possibilmente. Si sta decisamente meglio dopo. E non c'è da farsi rompere le scatole da tutti coloro, uomini e donne che vi dicono che non bisogna fare del vittimismo. Cantare il proprio dolore è una cosa antica ed estremamente potente e terapeutica. Quindi prendete quella…

Read this article