Sorridere

Ho il fiato corto. Sudo copiosamente. Mi siedo su questa panca di legno grezzo e la porta dietro di me si chiude con un sonoro “clang”. È buio e fresco qui. Il sudore mi cala dalla nuca e dalla fronte. Ho le braccia e le gambe, soprattutto le gambe, indolenzite.…

Read this article