“Il mondo è andato avanti”

Ho scritto sul blog e vissuto sui social per testimoniare anche a me stesso cosa stessi facendo, pensando, temendo quando la mia vita si è quasi completamente azzerata e poi lentamente ripartita.

Ho conosciuto molte persone, spesso incredibili in un senso e nell’altro.
Mi sono imbattuto in dinamiche che mai avrei potuto apprendere su un libro, e senza espormi mai avrei capito che gente ho intorno.
A tutte loro, nessuna esclusa, dico grazie.

Ho voglia di fare altro, ho bisogno di scrivere altro e del resto tutte le storie meritano una conclusione, anche la storia peggiore.
Dopo tre anni l’autobiografia di un artista di merda finisce qui.

Fine.

comments powered by Disqus