Brindisi per le feste

care amebe,

stanotte son malinconico, ve lo dico subito.

Sarà la settimana prenatalizia e pesantemente lavorativa che è finita.

Sarà che mi sento così perchè mi devo sentire così ma stanotte son proprio a terra.
E' quasi rassicurante questo stato di prostrazione, mi fa sentire coccolato e protetto. So esattamente circoscrivere questa familiare sensazione e questo mi rasserena, nemmeno tanto paradossalmente.
Se non capite un cazzo di quello che state leggendo, non preoccupatevi, sono io che mentre scrivo sono ubriaco, non voi mentre leggete... O sì?

Mi sono aggrappato alla chitarra come un naufrago ad un pezzo di legno galleggiante. Al mio pezzo di legno ho chiesto la salvezza: ho trovato un po' di serenità e biasimo.
Alla mia chitarra non piace l'auto-commiserazione ed il relativo compiacimento. Mi adeguo.

Sono triste perchè non c'è una donna al mondo, nel mio mondo, che mi voglia. A ben pensare non ci sono praticamente donne libere nel mio mondo ma solo donne degli altri. In alcuni casi ne sono a conoscenza, e me ne tengo a distanza, in altri casi non ci penso e ... (mi) faccio male.

Non son trombato per essere bastardo. Buona notte

comments powered by Disqus