La vertigine di una finestra aperta

Ci sono demoni che danzano sul mio letto mentre dormo e mi tirano i capelli per entrare nei miei sogni. Ci sono sussurri tra i miei pensieri che soffiano come spifferi gelati mentre respiro e vivo in un giorno qualsiasi. Avverto il fascino resistibile di una finestra aperta, spalancata sul…

Leggi ancora

Clack

Il sole entrava dalla grande finestra della cucina in muratura e il pavimento di legno lucidato profumava ancora dopo tanti anni. Lei aveva il suo angolo preferito, seduta in terra con la schiena appoggiata alla credenza, da lì dominava tutta la stanza e anche un pezzo di corridoio. Sorrideva e…

Leggi ancora

Un tardo pomeriggio di domenica ogni due

Passeggio per il centro tra la folla. e osservo i posti in cui sono stato e sovrappongo i ricordi a quello che vedo. Seduto fuori dal bar per l’aperitivo, oppure a camminare davanti al cinema, verso piazza del Comune. Guardo le persone che incrocio, le guardo in faccia. Magari…

Leggi ancora

La panchina

Io non mi siedo quasi mai su una panchina da solo, non l’ho mai fatto. O quasi mai. Una panchina è un posto fuori dal mondo, così familiare ai miei occhi, nella memoria visiva, nel mio mondo quotidiano eppure se mi siedo da solo su una panchina è come…

Leggi ancora

c’è qualcosa che mi sfugge

c’è qualcosa che mi sfugge. c’è qualcosa che non trova la sua collocazione, mi agito come una massa di moscerini intorno ad una luce senza comprenderla. guardo passare la gente. la guardo passare come se non avessi da fare altro nella vita ma non la vedo, non vedo…

Leggi ancora

Via

Apro gli occhi prima che la sveglia suoni, qualsiasi sia l’ora programmata. Mi alzo subito; di solito passo decine di minuti, mezz’ore, prima di alzarmi. Prima non era così, prima scattavo in piedi tipo soldato, io che non ho mai fatto il soldato ma con gli anni sto…

Leggi ancora

Place de Vosges

Mi sono addormentato più profondamente del solito e quando ho aperto gli occhi ho visto un cielo azzurro scorrere sopra di me. Il braccio sinistro caduto a terra con la mano impolverata e le gambe stese lungo una panchina di Place de Vosges. Mi fa male tutto, la schiena, il…

Leggi ancora